L’ignoranza nei social network è un valore aggiunto. Seconda solo al sesso per attirare l’attenzione, essa si declina in forme che hanno in sé una riconosciuta comicità. Qui una selezione dei migliori frutti che l’idiozia ridanciana possa dare su Facebook.

Sei un giovane magazine online che cerca di racimolare like per sopravvivere. Ma tramite il web, cerchi di “spingere” cultura, a tuo modo. Sei dunque decisamente out. La popolarità sul web è data soprattutto dalle selfie hot, dagli hashtag come #underboob e dalle “balotellate” retwittate all’infinito. L’importante però è essere consapevoli di tutto ciò, in modo da non stupirsi se la pagina Facebook di Genny ‘a Carogna in due giorni viene visitata quanto il Louvre in un anno.

Ebbene, le pagine qui sotto elencate, per quanto ignoranti, hanno, o hanno avuto, grande successo. Ridere usando il cervello? Non stavolta: riponete per qualche minuto il contenuto del vostro cranio in un cassetto per potervi sganasciare più liberamente. Et voilà!

Le 9 pagine Facebook più ignoranti del momento

i9diYURY

1) Paletta porc**** rasati

Pagina dall’intento meritevole. Si tratta dell’appello agli italiani affinché pigiando il tasto like possano smuovere l’oriundo della Nazionale di calcio Gabriel Paletta e convincerlo a migliorare l’estetica della propria acconciatura, rasandosi possibilmente a zero. SOCIALMENTE UTILE!

2) Tagliati quei rasta e vai a lavorare

Il miglior dissing di sempre verso i portatori di dreadlock. Oltre 64mila like (saliti 121mila a maggio 2015) per una pagina che infama con cinica ironia i cosiddetti “rasta”, accusati di non contribuire a far girare l’economia e di non curare a sufficienza l’igiene personale. Volutamente destroide, si schiera meritevolmente contro il consumo di droghe. Solo un dubbio: GLI ADMIN SONO MICA PARRUCCHIERI?

3) Atleti italiani dimenticati che finiscono a mangiare merendine

Pagina che raccoglie le migliori performance pubblicitarie degli italici atleti quali Fiona May, Alex Schwazer e altri semisconosciuti ai più, che dopo un passato più o meno glorioso come sportivi si reinventano nel mercato della promozione televisiva tentando la fortuna grazie alla loro presunta popolarità. BRUTTI I DEBITI EH?

4) Quelli che tornano al mattino con le sembianze di Steve Buscemi

Pagina tributo a chi con la massima dignità riesce a tornare a casa nonostante serate apocalittiche. La cera non sarà delle migliori, ma il ritorno alle lenzuola del proprio letto è ciò che conta. EROI!

5) Vegano stammi lontano

Pagina che racchiude l’odio social verso gli hipster dell’alimentazione: i vegani. Si spazia dalla vignette, alle battute, per arrivare alle informazioni di servizio per carnivori. Il tutto senza mai dimenticare lo scherno verso il vegano intransigente. BBQ

6) Pelato di capello, ti esco il coltello

Parla da sé. Racchiude l’antico adagio secondo il quale il vero maschio non ha capelli e ha la lama a portata di mano per dirimere qualsiasi discussione: dal traffico, al buon vicinato, ai testimoni di Geova alla porta la domenica mattina. UOMO AVVISATO!

7) Carlo Conti è il nipote di Mubarak

Svelato il mistero. Chi non si è mai chiesto da cosa potesse derivare il colorito di Carlo Conti? Finalmente questa pagina ce lo spiega. Non sono carote, non sono lampade abbronzanti, non è lo stare sotto il sole in modo compulsivo, ma è tutto merito del suo corredo genetico. ANUBI!

8) Indie con le gambe in cancrena a causa degli skinny jeans

Pagina che sensibilizza l’opinione pubblica riguardo una piaga sociale: riuscire a svestirsi al termine della giornata senza ricorrere all’amputazione degli arti inferiori. Non bastava il tasso alcolemico nel sangue a rendere tutto più complicato, ci si sono messi anche i sadici stilisti che propongono jeans attillati come leggins, i quali  la notte, al momento di levarli, prendono vita e dimostrano una presa che nemmeno un boa constrictor. DORMIRE VESTITI!

9. Quelli che preferivano Saviano quando usciva la lama

Anche noi abbiamo sempre pensano che l’autore di Gomorra fosse un vero mariuolo, questa pagina senza troppi giri di parole ce ne dà la conferma. CH’AGGIAFA!

…e poi c’è YURY

Segui YURY magazine anche su Facebook!

Già finite? Non proprio. Ecco la seconda e la terza puntata di questa speciale rassegna di ignoranza su Facebook!

[Nicolò Isola]

Le 9 pagine Facebook più ignoranti del momento ultima modifica: 2014-07-28T19:32:55+00:00 da YURY