Videogiochi. Dal Game Boy in su ti sei sempre tenuto aggiornato sulle meraviglie di questo mondo? Stavi aspettando la nuova generazione e sei rimasto deluso dai vari Second Son e Watch Dogs? Non preoccuparti, YURY dà ancora speranza alle nuovissime console e preannuncia un meraviglioso 2015 che vi terrà incollati ai joypad.

 

Tra chi urlava al miracolo e chi invece rimaneva scettico e denotava solo un miglioramento grafico, io vengo preso nel mezzo da quella che è la next gen video ludica.

Con tutta sincerità e col senno di poi, vedendo i primi giochi lanciati per le due piattaforme che dominano il mercato, PS4 e Xbox1, mi sento in dovere di schierarmi con gli scettici, anche se oggi più che mai sono eccitato e pieno di aspettative per il futuro del divertimento digitale.

Da cosa deriva questo fervore che sovrasta lo scetticismo generale che mi ha portato a pensare che la next gen non sia realmente next? LElectronic Etertainment Expo, o per i più affezionati video giocatori l’E3.

Hero_E3invite (1)

Per i profani che non conoscono l’evento in questione, l’E3 è il più grande evento sul gaming che si svolge ogni anno a Los Angeles sin dal 1995 ed è qui che vengono presentate tutte le novità che riguardano il divertimento digitale.

L’edizione del 2013 è stata di per sé esplosiva, annunciava infatti l’arrivo sul mercato delle nuovissime console citate in precedenza,  una nuova era videoludica in tutti i sensi, ma il passo non è stato così ampio. Basti pensare al salto di qualità immenso che c’è stato tra PS2 e PS3, tra Xbox e Xbox 360, oppure ricordiamoci la grafica dell’intramontabile Gta San Andreas messa al confronto con quella di GTA V. Insomma, un balzo abissale e non solo grafico: tutto ha un sapore nuovo e innovativo, sapore che difficilmente si riesce a gustare se invece si guarda a titoli come Watch Dogs, promessa next gen, che risulta essere ancora immaturo e che ancora rimane al pari con GTA V, titolo messo appunto per le vecchie piattaforme che riesce comunque a essere ultra competitivo nei confronti dei giochi per quelle nuove.

L’epoca d’oro dei videogiochi è dunque finita? Forse no, bisogna solo aspettare l’anno prossimo per strabuzzare nuovamente gli occhi davanti a uno schermo, l’edizione 2014 del E3 ha infatti orgogliosamente presentato progetti di tutt’altra pasta e spessore: troviamo titoli come The Witcher 3 Wild Hunt, terzo e ultimo capitolo della saga fantasy tratta dai romanzi dell’autore polacco Andrzej Sapkowski, con mappe così grandi da far impallidire Skyrim e trame complesse alla Game of Thrones; mira ad alzare l’asticella nel mondo dei GDR e a porsi come nuovo limite di perfezione per questo genere.

Se giochi come Borderlands e Halo vi hanno fatto impazzire, non potrete non gioire difronte a Destiny, titanico progetto realizzato dai padri della pluripremiata epopea sci-fi di HALO che prende e rimodella il concetto del termine multipiattaforma e, a detta dei programmatori, ci consentirà di seguire le avventure del nostro alterego digitale anche da dispositivi quali cellulari android e tablet.

Se volete invece rimanere legati al passato, Assassin’s Creed Unity è la risposta, ultimo capitolo annunciato dell’ormai super nota serie di Ubisoft che ci accompagna dal 2007, ambientato nel sanguinoso periodo della Rivoluzione Francese.

Per chi invece ama gli sparatutto, l’anno prossimo è anche quello di Tom Clancy’s The Division, altra pubblicazione Ubisoft che lascia a bocca spalancata dopo i primi gameplay, sia per la grafica sia per la fisica.

Questi e altri titoli hanno dimostrato, attraverso trailer e gameplay, di aver tutte le carte in regola per “sconvolgere” gli appassionati di videogame e l’intero universo dell’intrattenimento multimediale e sono tutti attesi per fine  2014/inizio 2015, quindi cominciate a mettere qualche soldino da parte.

La NEXT-GEN è alle porte, forse un po’ in ritardo, ma finalmente è qui. Non ci resta che afferrare il joypad  e ricominciare a sognare.

[Andrea Chiappino]

 

Next-gen, con un anno di ritardo ultima modifica: 2014-08-02T20:00:52+00:00 da YURY