La TV americana ha già trasmesso tre episodi di How To Get Away With Murder, il legal drama in onda su ABC dall’involucro interessante che arriverà in Italia nel 2015 (forse). Certo i ripetuti intrecci amorosi di questa serie TV distraggono un po’ dal tema centrale, ma molti sono anche i motivi per cui merita di essere vista, complice un pizzico di guilty pleasure.

 

HowToGetAwayWithMurderPartiamo dalla postilla del sommario: “guilty pleasure“, secondo Urban Dictionary, è “Something that you shouldn’t like, but like anyway” (qualcosa che non ti dovrebbe piacere, ma che ti piace comunque). Applicato al mondo delle serie tv il concetto si estende alle volte in cui non riesci più a scollarti da una serie nonostante, alla fine, quella serie non ti piaccia. Chiamalo masochismo, gusto dell’orrido o in mille altri modi, ma ognuno di noi ha avuto la sua guilty pleasure-serie.

How To Get Away With Murder potrebbe essere questo, ma potrebbe anche suscitare impressioni di tutt’altro tipo. Innanzitutto una premessa: se non siete cresciuti a pane e Law & Order, o Perry Mason, dipende se a farveli vedere fosse la mamma o la nonna, non gettatevi senza precauzioni su HTGAWM: potreste rimanerne delusi. Chi invece ha passato i momenti migliori della sua infanzia a esultare per le vittorie di JAG, gli avvocati in divisa, davanti all’interpretazione di Viola Davis, Mrs. Miller de Il dubbio, potrebbe rimanere colpito, giocoforza. Non saprei dire se i primi 3 episodi, quelli editi per adesso, mi abbiano conquistato o li abbia guardati per inerzia, voglioso di novità, fatto sta che, se non l’avete ancora fatto, recuperarli per passare una serata “leggera” potrebbe essere una mossa azzeccata.

how_to_get_away_with_murder

La storia ha come protagonista Annalise Keating, Viola Davis appunto, insegnante di legge all’Università di Filadelfia, nonché brillante e cinico avvocato, che sceglie cinque studenti del suo corso per formarli alla dura vita dell’avvocato. Non legge teorica, dunque, ma un corso che la stessa professoressa ama definire un corso per farla franca in caso di omicidio. I cinque studenti scelti riescono a coprire ogni possibile caratteristica di un giovane universitario: c’è Asher, il raccomandato figlio di papà (il meno influente), interpretato da Matt McGory, insieme a Michaela, l’ambiziosa studentessa a un passo dal matrimonio, Laurel, la timida che ha fatto breccia nel cuore dell’assistente di Annalise, Connor, il ragazzo affascinante e omosessuale, e Wes, il povero spaesato ragazzo “di provincia”, entrato nel corso per il rotto della cuffia.

La storia segue tre filoni, due dei quali destinati probabilmente a ricongiungersi: il primo è quello di ogni tipico legal drama. Ogni episodio la Keating e il suo team sono impegnati in un caso, per risolvere il quale non dovranno avere scrupoli. Le indagini sono intervallate da un flash back, che vede 4 dei 5 studenti del corso alle prese con un omicidio e un occultamento di cadavere (seconda traccia). Infine, the last but not the least, lo studio legale dovrà indagare su Lila, studentessa uccisa, che pare avere molti legami con i nostri protagonisti.

La serie, partorita dalle stesse menti che hanno dato vita a Grey’s Anatomy e Scandal, è ricca, come le sorelle, di intrecci sentimentali, al limite del ridicolo, talvolta, che più volte all’interno della puntata prendono il sopravvento e che, spesso, fanno disperdere l’attenzione dello spettatore su dettagli poco attinenti al genere di prodotto.

enochE qui si ritorna al guilty pleasure: nonostante di forte, probabilmente, How to Get Away with Murder abbia solo l’involucro, c’è da riconoscere che quest’involucro è particolarmente convincente. Ciò che vi si trova all’interno non è per altro stato rivelato del tutto: il poco che si vede non convince molto, ma un po’ per rispetto, un po’ per pazzia, merita di essere visto fino alla fine (almeno della prima stagione).

Un altro motivo che spingerà molti dei ragazzi nati nei ’90 a focalizzarsi sulla serie, sarà di carattere affettivo: Alfred Enoch, che in HTGAWM interpreta il già citato Wes, è famoso per il ruolo di Dean Thomas, in Harry Potter. L’ultimo seriale legato al mondo del crimine con protagonista un personaggio uscente dai film del maghetto di Hogwarts è stato Broadchurch, con protagonista David Tennant, Barty Crouch JR. nella trasposizione cinematografica dei romanzi di J.K. Rowling. Se tanto mi da tanto… Tenete gli occhi su questa serie!

How to get away with murder ultima modifica: 2014-10-15T18:50:50+00:00 da Tommaso Naccari